venerdì 6 aprile 2012

Todo el amor

Da un po' di giorni volevo scrivere qualche riga a proposito di "Todo el amor" di Pablo Neruda. Amo molto le poesie di Neruda. Non solo quelle dell'impegno, ma anche quelle di questa raccolta, il cui titolo rivela già il tema. Si tratta di una antologia "personale" di poesie d'ispirazione amorosa, scelte ed ordinate dallo stesso Neruda.
Sono profondamente legata a questo libro. Anni fa leggevo e rileggevo le liriche che lo compongono e le leggevo anche al mio compagno nei primi anni della nostra storia.
Ho avuto modo di ripensarci la settimana scorsa, dopo essere stata alcuni giorni al mare con la bambina senza di lui, durante i quali mi è mancato molto.
Oltre al fatto che nella raccolta spesso compaiono il mare e l'isola, due luoghi simbolici e reali al tempo stesso che sento particolarmente "miei", c'è un aspetto di queste poesie che me le fa amare in maniera viscerale. Nel parlare d'amore Neruda fa spesso riferimento al pane, alla terra, alla farina, alle radici. E', credo, il modo più concreto ed al tempo stesso più sublime per parlare dell'amore, sostanza che nutre la nostra esistenza, senza la quale non possiamo vivere ed essere.
Non mi dilungo oltre, perchè credo sia inutile e riduttivo cercare di spiegare ciò che le poesie trasmettono a ciascuno di noi.
Solo alcuni versi.

Ho dormito con te
e svegliandomi la tua bocca 
uscita dal sonno
mi diede il sapore di terra,
d'acqua marina, di alghe,
del fondo della tua vita, 
e ricevetti il tuo bacio 
bagnato dall'aurora
come se mi giungesse
dal mare che ci circonda.
(da La notte nell'isola)

Per me sei un tesoro più colmo
d'immensità che non il mare e i grappoli,
e sei bianca e azzurra e vasta come 
la terra nella vendemmia.
In questo territorio,
dai tuoi piedi alla tua fronte,
camminando, camminando, camminando,
passerò la mia vita.
(da L'infinita)

Ma a te, senza muovermi, 
senza vederti, te distante,
vanno il mio sangue e i miei baci,
bruna e chiara mia,
alta e piccola mia,
ampia e sottile mia,
mia brutta, mia bellezza,
fatta di tutto l'oro
e di tutto l'argento,
fatta di tutto il frumento
e di tutta la terra
fatta di tutta l'acqua
delle onde marine,
fatta per le mie braccia,
fatta per i miei baci,
fatta per l'anima mia.
(da L'incostante)

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro.

11 commenti:

ha detto...

E' poesia anche il tuo post :) è bello leggere storie personali di famiglie innamorate.

Grazie per la segnalazione, non sapevo di questa raccolta, mi piacerebbe leggerla, la cercherò.

maris ha detto...

Meravigliosi versi e tu sei stata bravissima a scrivere un post delicato e intenso.
Neruda è un poeta che conosco poco, devo rimediare...anche se comunque ho amato molto il film "Il postino", con quell'attore magnifico che era Philippe Noiret. Certo non è la stessa cosa che leggere tutte le poesie di Neruda, ma di quel film ho ricordi forti, anche perchè andai a vederlo al cinema con la mia mamma e il mio papà ed era morto da poco Massimo Troisi, per cui fu particolarmente emozionante guardalo...
Un bacino alla piccola e un bacione a te e buona Pasqua!

acasaconlamamma ha detto...

Carissima Tamara, da tanto tempo ho intenzione di acquistare una raccolta delle poesie di Neruda, e questo libro mi era anche stato proposto in libreria, l'ho sfogliato, ma forse complice anche il fatto che stavo con i bambini e non avevo la necessaria tranquillità, lo riposi sullo scaffale poco convinta. La prossima volta, lo sfoglierò con maggiore attenzione. Grazie e voglio approfittarne per un abbraccio ed un sincero augurio di Buona Pasqua per te e la tua famiglia.
A presto,
Michela

Manu ha detto...

Non conoscevo queste liriche ... sono di un'intensità struggente ... grazie, per averle pubblicate. La buona poesia è sempre un bellissimo ed inatteso regalo.

Valentina ha detto...

Oggi hai fatto a tutte noi uno splendido regalo con questo splendido post. Io non sono una grande amante della poesia o meglio, non ne sono una grande conoscitrice ma Neruda è Neruda...conosco alcune delle sue poesie e le amo perchè sono realiste...il suo è l'amore vero tra uomo e donna, non solo romanticismo e cuoricini....Buona Pasqua, con affetto, Valentina

la povna ha detto...

Bellissimo suggerimento. E tutte le volte io non posso fare a meno di pensare alla voce di Troisi e "la poesia non è di chi la scrive, è di chi gli serve". Niente di più vero...

Tamara ha detto...

x Cì: grazie a te! Se ne hai modo, prendi questa raccolta. Vi sono racchiuse molte perle.

x Maris: ti consiglio davvero di leggere qualcosa di Neruda. Il film "Il postino" è un bellissimo ricordo anche per me. E' tantissimo tempo che non lo vedo e mi è tornata la voglia di riguardarlo. Un affettuosissimo augurio anche a voi!

x Michela: come ho detto a Cì e a Maris, vale la pena prendere questa raccolta, così come, a mio avviso, vale la pena leggere anche tutte le altre sue poesie. Auguro una buona Pasqua anche a te con tanto affetto!

x Manu: sono felice che tu le abbia apprezzate. Ce ne sono di veramente bellissime! Un abbraccio!

x Valentina: cara Valentina, hai centrato in pieno il punto. La grandezza di queste poesi è proprio in quello che dici tu. Si tratta di un amore concreto, fisico, materiale, profondamente terreno e per questo al tempo stesso elevatissimo. E' per tutto questo che le amo così tanto. Un augurio di una felice Pasqua anche a te con tanto affetto!

x la 'povna: grazie 'povna. Hai ragione sulle parole di Troisi! Concordo in pieno!

towritedown ha detto...

Arrivo tardi pedr gli auguri per questi giorni, che spero tu stia trascorrendo serenamente, magari con le poesie al tuo fianco: anche io amo molto Neruda, sono contenta che tu lo abbia proposto per il Venerdì del libro, contagiando così un po' di persone.
Un abbraccio, Grazia

Tamara ha detto...

Auguri anche a te, cara. Sono felice che Neruda sia un amore anche per te e mi piace l'idea di contagiare altre persone. La poesia non è mai molto diffusa. Un abbraccio

frascafresca ha detto...

Ciao Tamara!
Lo sai che sabato ero in libreria e ho visto dei libri di poesie di Neruda (che ahimè non conosco tantissimo) che mi hanno ispirato come prossimi acquisti? Concordo con Cì, è bello leggere anche il tuo post dove traspare l'amore...sarà che siamo romantiche, ma ci piace! :)
A presto! ciao!

Tamara ha detto...

Grazie della visita e del tuo commento! ;) Se ne hai modo, prendi qualche libro di Neruda. Le poesie sono molto belle e ci sono le edizioni Passigli che hanno copertine affascinanti. Un abbraccio