venerdì 15 febbraio 2013

Per amore delle parole

Un paio di settimane fa, in una fugace sortita al mercato del paese, in una bancarella che vende libri ad un prezzo ridicolo, mi sono imbattuta in un testo di Beatrice Masini, prolifica scrittrice per bambini e ragazzi, che non ho proprio potuto lasciare lì. Si tratta di "Per amore delle parole - vita e passioni di Virginia Woolf", pubblicato dalle Edizioni EL nella collana Sirene (molti titoli della collana, tra i quali anche questo, si trovano come Remainders a metà prezzo).
Io amo Virginia Woolf, per questo non ho potuto resistere. E mi incuriosiva il fatto che il libro della Masini fosse dedicato alle giovani lettrici, dai 9 a 13 anni circa, come tutti gli altri della stessa collana.
Il testo ripercorre così, in maniera poetica ed evocativa, impressionistica, la vita della grande scrittrice, tratteggiandone i momenti salienti, aprendo finestre sui suoi pensieri e sulle sue emozioni.
E' una lettura che scorre via piana e veloce. E' bastata una manciata di ore, ma vi ho ritrovato tutta la Woolf che amo, dalle estati trascorsi a St. Ives, protagoniste poi di Gita al faro, alle care figure della sorella Vanessa e del fratello Thoby (La stanza di Jacob), a quelle che animano il circolo di Bloomsbury, fino al momento della morte nel fiume Ouse.
Nella Premessa, Beatrice Masini, che sembra quasi giustificarsi per questa sua deliziosa opera, scrive: "Isaac Bashevis Singer, scrittore, una volta ha detto: 'Quando vado a comprare il pane, è perchè ho bisogno del pane. Non m'interessa la vita del panettiere'. Se amiamo dei libri, non è necessario per questo amare anche colui che li ha scritti. Noi lo amiamo come scrittore. La persona che c'è dietro lo scrittore può anche restarci ignota. Forse è meglio così. [...] E allora che senso ha leggere la biografia di uno scrittore? Che senso ha scriverla? Io, che amo leggere sopra ogni altra cosa, ho letto pochissime biografie di scrittore: quattro, forse cinque. E questo libro comunque non è una biografia. Ho cercato di immaginare alcuni momenti della vita di Virginia Woolf...".
E' vero. Noi li amiamo come scrittori. Io, però, adoro anche il risvolto di copertina che condensa in poche righe la vita degli autori, perchè è la premessa di future scoperte che so che mi faranno amare ancora di più le opere che leggo.
Per chi ama Virginia Woolf ed anche per chi non la conosce, consiglio quindi questo libro.
Infine un altro particolare aveva attirato la mia attenzione, ovvero il nome della collana di cui fa parte il testo. Sirene. Sirene è anche il titolo di una commedia delicata e deliziosa che mi ricorda gli anni della preadolescenza e i primi dell'adolescenza. Un film di Richard Benjamin con Cher, Bob Hoskins, Winona Rider e Christina Ricci, che in passato avevo registrato e che guardavo e riguardavo spesso, sognando in futuro di avere due figlie femmine. Ancora oggi è un film che amo rivedere quando ho voglia di tirarmi su e di reimmergermi nell'atmosfera di quegli anni. E' una commedia senza pretese, ma per me ha qualcosa di magico, con il suo modo ironico e dolcissimo di parlare del momento difficile e preziosissimo dell'adolescenza.
Mi crogiolo quindi nell'idea (struggente), un giorno, di far leggere questo libro (e magari far vedere anche il film) ad una mia figlia un po' cresciuta...
Partecipo con questo post al Venerdì del Libro.

8 commenti:

maris ha detto...

Non ho mai letto nulla di Virginia Wolf, ma mi hai fatto venir voglia di leggere questo libro!
Me lo segno, vedremo più in là (ho almeno 5-6 libri in attesa già in mio possesso, tra cui uno che mi è arrivato giusto ieri...!!! più quelli della wishlist che sono innumerevoli!!!)

Un bacione carissima!

PS: conosco quel film, ma l'ho visto tanti anni fa, devo rivederlo perchè ricordo che era proprio gradevole!

Tamara ha detto...

Maris, se ti capita prendilo. Si legge veramente in pochissimo tempo. E, se riesci, riguardati anche il film. E' delizioso!

Ros Mj ha detto...

Ciao Tamara! Io ho sempre trovato interessanti le biografie, degli scrittori, dei filosofi...ci dicono molto di come si sono svillupate le loro idee, secondo me. Amo Virginia Woolf e non ho letto questo libro. Lo terrò presente. Ho letto invece quali sono le tue passioni (siamo in tema di biografie ;-)), abbiamo molto in comune. A prestissimo e un abbraccio

Stefania ha detto...

Le bancarelle offrono sempre qualche piccolo gioiellino...

ha detto...

Amo le bancarelle di quel tipo, e mi piacciono questi libri destinati alle adolescenti, l'ho messo nei futuri - molto futuri - acquisti.
A me le bios. interessano sempre, al punto che fanno la differenza anche nel decidere se leggere o no un libro.
ciao!

towritedown ha detto...

Grazie per questa preziosa segnalazione, Tamara, è un libro che mi attira molto, lo cerco di sicuro. A te un caro saluto
Grazia

A Tea For U ha detto...

Anche io l'ho amata moltissimo e pensare di poter condividere questo con ele mi dà quella gioia che hai provato tu quando lo hai scovato.

Federicasole ha detto...

Per me è stato rivoluzionario conoscere "Una stanza tutta per se'" della Woolf all'università. Mi sarebbe piaciuto conoscerla prima e far leggere un suo libro a mai figlia sperando che abbia gli stessi effetti sconvolgenti ed emozionanti!:-)