venerdì 27 gennaio 2012

II mio primo Venerdì del libro

Per la prima volta partecipo al Venerdì del libro e propongo un libro che ho acquistato per caso dopo aver girovagato per ore fra gli stand della Fiera della piccola e media editoria di Roma: "Dormi bene, orsacchiotto mio" di Quint Buchholz (Beisler Editore).
Stavo per andarmene quando, passando accanto ad uno stand dove in quel momento non vi era nessuno, i miei occhi hanno incontrato questo libro. L'immagine di copertina, così poetica e sognante, ha attirato la mia attenzione. Poi l'ho sfogliato, ho visto le sue splendide illustrazioni e la sua delicata storia ed ho deciso di prenderlo per leggerlo alla mia bambina, che ama molto un orsetto regalatomi da un amico tempo fa, ormai divenuto tutto suo, che assomiglia molto a quello del libro.
Protagonista è un orsacchiotto di peluche che, scesa la sera, si mette a letto, ma non riuscendo a dormire, sale su una scala di libri per guardare fuori, dove il mondo è avvolto dal crepuscolo e la luna splende già in cielo. L'orsetto osserva il mondo fuori dalla finestra, silenzioso e calmo, e pensa a quello che farà il giorno dopo.
Il mondo delle illustrazioni di Buchholz è sospeso nella luce del crepuscolo ed è abitato da personaggi che si intravvedono appena, con spazi infiniti e lontananze indistinte, con i bagliori della luna che accarezzano i campi, l'acqua, gli animali che si muovono silenziosamente.
E' un libro che mi ha incantato per la sua poesia, la sua semplicità, per le illustrazioni bellissime che raffigurano un mondo ideale che vive nella mia mente e che rendono perfettamente quell'atmosfera sospesa del crepuscolo, quando nel cielo brillano già la luna e le stelle, ma all'orizzonte si vedono ancora i colori del tramonto che va spegnendosi.
La mia bambina ne guarda affascinata le immagini e ascolta la storia quieta e raccolta, come solitamente non fa, dal momento che ha solo nove mesi ed è nella fase in cui vuole afferrare tutto quello che io tengo in mano. Eppure questo libro sembra incantare anche lei.
Infine c'è un elemento che compare un attimo nella storia, per ritornare alla fine del libro per lasciare un ricordo: un palloncino rosso...

12 commenti:

la povna ha detto...

Un libro che ho amato moltissimo: che ricordi! :-)

Tamara ha detto...

Anch'io lo adoro. E' davvero speciale per me.
Grazie di essere passata! ;)
Tamara

- ha detto...

Anche per me oggi è stato il primo venerdì del libro!!!ho aggiunto il tuo libro alla mia lista dei desideri....grazie per il consiglio!!!

Stefania ha detto...

Questo bel libro ci manca... Dovremo recuperarlo!

Tamara ha detto...

X CreaFamily: grazie per essere passata! Ho visto il libro che hai suggerito tu e mi sembra davvero molto carino. Vado a lasciarti un commento. ;)

X Stefania: grazie anche a te per essere passata. Questo libro merita davvero. E' molto emozionate. A presto!

maris ha detto...

Che meraviglia! Deve essere una scena deliziosa....tu con la tua bimba in braccio, entrambe incantate da questo tenero libro..
Grazie per averlo segnalato al gruppo del venerdì del libro, ma ancor di più grazie per averci descritto la scena di cui sopra :-)

Tamara ha detto...

Grazie a te per essere passata e per il tuo commento, che mi ha fatto davvero piacere. A presto! :)

Paola ha detto...

Che meraviglia :-D
Anche PF si perde dietro le illustrazioni. A volte sono quelle che lo colpiscono piu' della storia. Da quello che dici questo libro ne vale proprio la pena sia per la storia che per le illustrazioni...
Già segnato in lista.

Dimenticavo: benvenuta tra noi!

Un bacione e buona domenica
Paola

Tamara ha detto...

Grazie Paola! Io penso che il libro meriti davvero.
Un bacione e buona domenica anche a te!
Tamara

Tamara ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
alessandra ha detto...

Ciao Tamara, mannaggia non riesco a mettere il commento. Ci riprovo (3^ volta....:(( ).

Mi piacciono i piccoli editori, chissà cosa hai visto alla Fiera! Peccato abbiano poca visibilità.

Questo tuo libro è tenerissimo, l'immagine rimanda un senso di calma, silenzio. La storia mi piace, provo a cercarlo.

grazie

Tamara ha detto...

Ciao Alessandra, alla Fiera c'erano veramente troppi libri interessanti. Dopo un po' ero stordita. Avrei voluto prendere tante cose, ma non potevo certo spendere una fortuna. Alla fine, forse proprio per l'ubriacatura di bei libri, me ne stavo andando praticamente a mani vuote (a parte un libro per me). Poi per fortuna ho trovato questo!
Sono contenta che il mio consiglio ti sia piaciuto.
A presto!